Yufhufhù!
Invenzioni & Brevetti

Trazione anteriore per motociclette
Invenzioni e Modelli d'Ut. di Paolo Pegoraro, brevettati dal 1972

Precedente Successiva

 

 

 

 

Horloge pour site Orologi per blog

 

 

 

Brevetto per Invenzione industriale 1973 e 1985
Trazione anteriore per motociclette
Trazione applicata alla ruota anteriore sterzante di veicoli con due o tre ruote
 Front wheel drive mechanism for two or three wheeled vehicle with front wheel steering
Traction anterieure pour véhucles a deux roues

 

Trattasi di un meccanismo atto a portare la forza motrice alla ruota anteriore sterzante di veicoli a due o tre ruote. Mancando al momento attuale soluzioni tecniche adatte ad ottenere questo fine, è stata studiata una particolare combinazione di parti meccaniche che permettono di evitare i problemi che hanno impedito, finora, la realizzazione di questa trazione anteriore. Visto che l’invenzione in oggetto tratta esclusivamente di tale combinazione di ingranaggi, non viene considerata l’uscita dal motore dell’albero di trasmissione.

GENEVE 1985

Medaglia di bronzo

   Disposizione dei meccanismi
ZOOMDunque (tav. 1), una volta usciti col suddetto albero motore (2) si giunge, perpendicolarmente all’asse di rotazione del manubrio (1), ad incontrare una prima parte meccanica denominata SDOPPiatore-INVertitore, la quale ha il compito di sdoppiare e di invertire i sensi di rotazione dei due semiassi (3) che scendono paralleli alle forcelle per innestarsi nel differenziale (4), posto all’interno del mozzo della ruota; il differenziale trasmette il vero e proprio moto di avanzamento dopo aver eliminate le differenze di giri dei due semiassi acquisite nelle sterzate,
   SDOPPiatore-INVertitore
ZOOMPer evitare che l’albero motore faccia ruotare il manubrio piuttosto che la ruota, è stata adottata la soluzione dello sdoppiamento della f orza motrice in due forze ad azione contrapposta.

Queste due forze motrici fanno ruotare in senso opposto due semiassi, in modo che ognuno di essi annulli per contrapposizione, le spinte dell’altro rendendo così indipendente il movimento del dispositivo di guida dall’azione di forza della trasmissione.

Questa parte meccanica posta sotto il manubrio (6) è composta da un ingranaggio conio (7) fissato all’albero motore il quale fa ruotare due corone (5) con rotazioni opposte, imperniate sul prolungamento dell’asse del manubrio. Le due corone sono dotate di doppia serie di denti (8-9) con i quali ricevono e trasmettono i moti relativi, agli ingranaggi fissati ai due semiassi (10) che scendono verso il mozzo della ruota.

Gli ingranaggi sono contenuti in una scatola a tenuta stagna, dove c’è l’olio di lubrificazione, essa è divisa in tre parti, due (11) sono vincolate ai due semiassi e devono muoversi assieme ad essi seguendo il movimento del manubrio, la terza (12) munita di opportuni paraoli, slitta fra le due precedenti dovendo mantenere la posizione fissa dell’albero motore.

 

   Differenziale
 ZOOM(tav. 3) I due semiassi (l3) provenienti dallo SDOPPINV, sono a sezione stellata (14) e telescopici sia per mantenere il moto rotatorio sia per seguire l’andamento delle sospensioni delle forcelle. Questi due semiassi (sez. A-A) (17) giungono al mozzo della ruota dove è situato il differenziale, che ha il compito di ripristinare le differenze di velocità dei due semiassi, acquisite dal movimento rotatorio del manubrio.

Il differenziale, anch’esso riparato da opportune coppe paraolio, è costituito da due corone (15), indipendenti dalla ruota ma cuscinettate al perno assieme ad essa. Le corone azionate dagli ingranaggi conici dei due semiassi, trasmettono il moto ai satelliti (18) che, fissati al mozzo della ruota, la fanno girare.

 

suzuki
   La trazione anteriore per moto nel mondo
ZOOM

Oltre 15 anni dopo la realizzazione di questo Brevetto sono apparsi in circolazione alcuni modelli di moto a trazione anteriore.

L'americana Roccon fu la prima la quale adottò una trazione a catena  (l'articolo è andato perso), seguirono la Nuda 1000 della Suzuki con trazione idraulica e la motocross del volantino a fianco.

ZOOMCliccate sopra le immagini per leggere gli articoli

 

 

 

 

Precedente Successiva

 Invenzioni e Modelli d'Ut. di Paolo Pegoraro, brevettati dal 1972
 

 

 

Paolo Pegoraro inventore e autore del sito (breve biografia)

email: guinness@venetieventi.it 

 

Sito pubblicato il 20/02/2011, aggiornato il 16/03/2017.