Indietro Avanti GVR in Versione estesa

  Skrìvame 

 

 

 

Veneti Eventi

Grafia Veneta Riformata - Versione estesa

IPSE DIXIT Beh.. se lo dicono loro!

Raixe Venete

Ettore Beggiato

Veneto.org

Associazione Culturale "El Graspo"
Associazione Culturale "El Graspo"

 

Regione Veneto
Regione Veneto

VenetaTV Televisione in Lingua Veneta

 

 

 Grafemi e digrammi in esame

In questa pagina:
MESSAGGIO IMPORTANTE
J e Y
Nh e Ny
ç e Zh
Tc e Dj
Sh e Xh

Importante

MESSAGGIO IMPORTANTE

le "lettere in esame", presentate in questa pagina, sono già state valutate e definitivamente inserite nella GVR-JGY. Pertanto tale pagina esplicativa sarebbe inutile se non fosse perché riteniamo importante far conoscere l'origine e l'evoluzione di questo sistema grafico.

Torna su  

J e Y 

J e Y

Queste due lettere, assieme alla G, sono state per anni al centro di discussioni sul fonema da assegnar loro, così tanto da battezzare questo sistema grafico col nome di JEGEYE o JGY. Un nome, tra l'altro, ancora usato da qualche  sostenitore di questa Grafia Veneta. (vedi Storia del nome)

La discussione si concluse prendendo il valore sonoro dalle iniziali delle parole inglesi Jet e Yet, e, per la G, Get.

Essendo fortemente condizionati dalla scelta di creare un alfabeto il più possibile fonetico, tale scelta ci ha consentito di dare alle tre lettere sempre lo stesso valore sonoro prescindendo dalle vocali associate.

GVR

IPA

Articolazioni
Jj affricata palatale sonora
Yy

i fricativa palatale semivocalica

Gg [g] occlusiva velare sonora

Torna su

Nh e Ny

Nh e Ny

Avendo scelto la Y come i semivocalica, al posto della storica J, prese forza l'ipotesi di usarla  nel digramma nasale palatale, in sostituzione dell' H in Nh. 

Il digramma così fatto diventa fonetico, infatti, se prestiamo particolare attenzione al suono nasale rappresentato dalla NY, emesso molto lentamente, ci accorgiamo che è proprio la somma dei due suoni, convenzionalmente scvelti, di N + Y.

GVR

IPA

Articolazioni
Ny

Nasale palatale sonora

Torna su

ç e Zh

ç e Zh

Inizialmente fu scelta la lettera Ç per rappresentare il suono alveo-dentale sordo, quello della parola italiana pizza. Successivamente, riscontrando che tante tastiere non disponevano della ç maiuscola, fu introdotto el digramma Zh. 

GVR

IPA

Articolazioni
Zh

Fricativa alveo-dentale sorda

Torna su

Tc e Dj

Tc e Dj

Originariamente questi due digrammi indicavano gli stessi valori fonetici rispettivamente della C (occlusiva velare sorda: cità, ceci) e della J (affricata palatale sonora: Giorgio, genio).

GVR

IPA

Articolazioni
Tc=C Affricata elare sorda
Dj=J affricata palatale sonora 

La scelta fu fatta per la metafonia della lettera T in C e della D in J, che subivano parole uguali pronunciate in parlate differenti. Esempi: tor (v. axo£an) e cor (v. belumat) = prendere; diaol (v. axo£an) e jaol (v. belumat) = diavolo. 

Con questa opzione si pensava di fare chiarezza sull'origine delle parole evidenziando, per esempio, che la C di "cor" era in realtà la metafonia della T e la J di "jaol" era la metafonia della D.

Questi due digrammi furono poi abbandonati per il fatto che si trattava degli stessi fonemi scritti in due modi differenti.

Torna su  

Sh e Xh

Sh e Xh

Questi due digrammi rappresentano rispettivamente il suono fricativo palatale sordo (eng.: shift, short) e sonoro (fra.: jour, jeudi).

GVR

IPA

Articolazioni
Sh Fricativa sorda palato-alveolare (eng. shaft).
Xh Fricativa sonora palato-alveolare (fra. jeune).

Sono suoni presenti solo nell'area ladina, pertanto sono al momento tenuti sospesi dal sistema ortografico della GVR.

Torna su 

Indietro Su Avanti