DIALETTO
  o lingua materna, è uguale  

"Le lingue dal punto di vista fonetico sono migliaia, mentre dal punto di vista psicologico ne esistono solo due: la lingua materna o primaria e tutte l’altre lingue messe insieme o seconde". Ludwig Wittgenstein

Cerca nel sito Veneti Eventi

Scrivimi Cerca in Veneti Eventi Info Storia e lingua veneta Precedente Successiva

UNESCO: SOS lingue in pericolo

 

 

SOS LINGUE IN PERICOLO
di Sylvie Briet

“Quando una lingua muore, è tutta la visione del mondo racchiusa nel suo lessico che sparisce. Che cosa è degno di essere chiamato, di essere nominato?” si chiede Claude Hagège.

 - Su circa 6000 lingue parlate al giorno d'oggi nel mondo, 3.000 sono in pericolo. In occasione della seconda giornata internazionale della lingua materna, l'UNESCO ha annunciato la prossima creazione di un sistema di sorveglianza. E pubblica una nuova edizione del suo Atlante delle lingue del mondo in via di estinzione.

I linguisti considerano che una lingua è minacciata quando più del 30% dei bambini di una comunità cessano di impararla. Secondo Claude Hagège, autore di Halte à la mort des langues, venticinque dialetti circa, spariscono ogni anno: “Si assiste in realtà ad una sorta di lotta per la vita tra la lingua ancestrale e quella che permette di inserirsi economicamente. L'abbandono di una lingua è sempre il risultato di una situazione di confronto fra lingua dominata e lingua dominante, di una selezione naturale di tipo neodarwiniano. E se questa metafora vitalista è giustificata, è perchè anche le lingue sono delle specie viventi”.....

La regione del Pacifico, dal Giappone all'Australia, passando per la Papuasia-Nuova Guinea comprende un terzo del totale mondiale: a Taiwan, su 23 lingue locali, 14 non resistono alla pressione del cinese. In Nuova-Caledonia, è il francese che esercita una pressione devastante: su 60.000 abitanti autoctoni, 40.000 hanno dimenticato la loro lingua materna. In Africa, continente molto mal conosciuto da questo punto di vista, le autorità favoriscono i grandi linguaggi africani come lo swahili (all'est), oppure le stesse lingue coloniali. In America del Nord, le lingue inuit appaiono come le più frangili, così come in America del Sud la diversità linguistica è già povera. In compenso è ricca nel sub-continente indiano, grazie alle politiche di bilinguismo o di multilinguismo messe in opera.

L'Europa conta una cinquantina di lingue in pericolo, la maggior parte in Siberia. In Francia, quattordici sono segnalate “seriamente in pericolo”: il picard, il bretone, il pointevin-saintongeais, il provenzale, il basco ecc.

Alla fine dell'Atlante, una serie di carte permettono di visualizzare tutti i punti caldi del pianeta. Tra le ragioni evocate per spiegare la sparizione: gli spostamenti di certe comunità, i contatti con una cultura più aggressiva, le politiche di certi governi che interdicono o scoraggiano l'uso delle lingue locali.

“Quando una lingua muore, è tutta la visione del mondo racchiusa nel suo lessico che sparisce. Che cosa è degno di essere chiamato, di essere nominato?” si chiede Claude Hagège.

Come i punti caldi della biodiversità, dove le specie vegetali e animali sono minacciate, le lingue vanno sorvegliate e devono essere oggetto di operazioni internazionali di preservazione.

Sylvie Briet, giornalista francese

 

U.N.E.S.C.O.

sigla di United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura), istituzione specializzata dell'O.N.U. costituita il 16 novembre 1945 alla Conferenza di Londra. Suo scopo è di contribuire alla pace internazionale mediante la diffusione dell'istruzione, della ricerca scientifica e della cultura. Ha sede a Parigi.

Enciclopedia De Agostini, GEDEA Multimediale

 

Home page Biblioteca

Precedente Successiva

  Scrivimi  Cerca  Info  Storia e lingua veneta

DIALETTO
 o lingua materna, è uguale. 

"Le lingue dal punto di vista fonetico sono migliaia, mentre dal punto di vista psicologico ne esistono solo due: la lingua materna o primaria e tutte l’altre lingue messe insieme o seconde". Ludwig Wittgenstein

 

Autore del sito Paolo Pegoraro (breve biografia)
Web registrato il 20/01/2006; aggiornato il 10/06/2011 ; pagine sfogliate Hit Counter volte