DIALETTO
  o lingua materna, č uguale  

"Le lingue dal punto di vista fonetico sono migliaia, mentre dal punto di vista psicologico ne esistono solo due: la lingua materna o primaria e tutte l’altre lingue messe insieme o seconde". Ludwig Wittgenstein

Cerca nel sito Veneti Eventi

Scrivimi Cerca in Veneti Eventi Info Storia e lingua veneta Precedente Successiva

František Trávnícek, Elogio della lingua materna

 

 

František Trávnícek

"Solo colui che ama la propria lingua materna e l'onora è in grado di apprezzare anche le altre lingue."

 

Elogio della lingua materna

"La lingua è una straordinaria creazione dell'uomo. Ci si può immaginare una società in cui manca ad es. il ferro - ed è esistita - oppure senza il fuoco - e anche questa esisteva - ma non possiamo immaginarci senza l'acqua, senza il cibo e senza la lingua. Una tale società umana non è mai esistita e non esiste da nessuna parte.
Nel mondo ci sono però moltissime lingue. Le singole lingue costituiscono uno dei principali legami tra i gruppi di persone denominati “nazioni”. Ogni nazione ha la propria lingua nazionale. Anche la nostra nazione ha la propria lingua: il ceco.
La lingua materna accompagna ogni persona per tutta la vita. E' per noi ovvia come l'aria; la adoperiamo istintivamente, naturalmente. Ci serve nella vita quotidiana. E' la lingua dei nostri sogni, delle nostre gioie e delle nostre tristezze. Non è per niente strano che ogni popolo tenga in considerazione la propria lingua, l'adori, l'ami.
In un racconto dei ragazzi discutevano su quali fossero gli occhi più belli. Uno dice che sono quelli azzurri, l'altro invece quelli neri. Un ragazzo dice: “I più belli sono quelli della mia mamma”.”E di che colore sono?”Il ragazzo non sapeva rispondere.
E così è anche con la lingua: la lingua madre è la più bella. Con lo stesso diritto lo può dire un ceco, uno slovacco o un cittadino di una qualsiasi nazione, anche di quella più piccola e sconosciuta. Ognuno tiene tutte le lingue in considerazione, ma la lingua materna, in più, la ama. Solo colui che ama la propria lingua materna e l'onora è in grado di apprezzare anche le altre lingue.
Del rapporto tra la lingua madre e l'uomo si rendono conto tutte le nazioni civili. Lo testimoniano con i loro “elogi”alla lingua materna, con il rispetto, con l'amore. Lo scopo di questi elogi non è la volontà di mettersi in vista rispetto alle altre lingue, ma sottolineare l'importanza della lingua nazionale nella vita di una nazione. La lingua è uno dei più forti elementi di coesione di una nazione: consolida la sua unità, la sua esistenza, lo sviluppo e il progresso.
La lingua non esiste di per sé, è invece un'opera dell'uomo, la creazione di coloro che l'adoperano. E' l'opera umana più perfetta, veramente sociale, creata con il lavoro di tutta la società nazionale. La lingua ceca è il risultato di uno sforzo comune di tutti i cittadini della nostra nazione. La lingua moderna è nostra opera solo in una piccola parte; fu creata dai nostri antenati vicini e lontani, le sue basi furono gettate dai primi membri della nostra nazione, dei quali conserviamo solo poco più di questa lingua. La lingua ceca è stata generata da tutta la nazione nel corso di tutta la nostra storia. Attraverso la lingua si tendono la mano tutte le generazioni, nella lingua si rispecchia lo sviluppo della nazione dagli inizi fino ad oggi.
E' un'opera sociale conservatasi per tradizione".


František Trávnícek, linguista ceco.

 

LINKS:

Il testo č stato tratto dal sito:
http://claweb.cla.unipd.it/home/portale_multilinguistico/
ceco/esperienza.html

 

Home page Biblioteca

Precedente Successiva

  Scrivimi  Cerca  Info  Storia e lingua veneta

DIALETTO
 o lingua materna, č uguale. 

"Le lingue dal punto di vista fonetico sono migliaia, mentre dal punto di vista psicologico ne esistono solo due: la lingua materna o primaria e tutte l’altre lingue messe insieme o seconde". Ludwig Wittgenstein

 

Autore del sito Paolo Pegoraro (breve biografia)
Web registrato il 20/01/2006; aggiornato il 10/06/2011 ; pagine sfogliate Hit Counter volte